Testosterone basso ? Come aumentarlo? - Come ingrandire il pene

Testosterone basso ? Come aumentarlo? - Come ingrandire il pene

Il testosterone è un ormone prodotto

  • dai testicoli e dal surrene nell’uomo,
  • dalle ovaie e dal surrene nella donna.

Si tratta dell’ormone maschile per eccellenza (ma come appena visto in realtà viene prodotto in minima quantità anche nella donna) responsabile di:

  • barba,
  • voce profonda,
  • massa muscolare,
  • villosità,

e durante l’intero arco della vita, dalla pubertà in poi, è responsabile della regolazione della quasi totalità degli aspetti che gravitano attorno alla sessualità:

Anche se la produzione dura per tutta la vita, generalmente superati i 40 anni nell’uomo si registra mediamente una riduzione della produzione stimata attorno all’1% annuo, tanto che nei decenni successivi possono comparire i primi segni e sintomi di un testosterone basso (ipogonadismo, “ipo” per ridotta funzionalità e “gonadismo” per riferirsi ai testicoli, o gonadi):

  • pulsione sessuale e vitalità ridotte,
  • disfunzione erettile
  • ecc..

Testosterone basso?

Il modo migliore per diagnosticare un testosterone basso è attraverso un esame del sangue, tenendo però conto che risultati inferiori al minimo possono avere numerose cause:

  • cancro delle ovaie o dei testicoli,
  • insufficienza testicolare,
  • pubertà precoce o ritardata,
  • malattie croniche (come diabete e malattie renali),
  • sindrome delle apnee notturne,
  • obesità grave,
  • ipogonadismo (ghiandole sessuali secernenti poco o nessun ormone),
  • e altro ancora.

È normale preoccuparsi in caso di bassi livelli, tuttavia una riduzione graduale è parte del normale invecchiamento. Nel caso si sospettino altre possibili cause, conviene parlarne con il proprio medico.

Come aumentare il testosterone?

La terapia con testosterone è realmente un modo efficace e sicuro per ringiovanire?

Può sicuramente aiutare a contrastare gli effetti dell’ipogonadismo, ma non è chiaro se tale terapia possa anche essere di aiuto in soggetti più anziani, altrimenti sani, perchè in letteratura non esistono prove inconfutabili in tal senso.

Effetti

Obiettivo della terapia con testosterone è:

  • aumentare i livelli di energia,
  • ripristinare il desiderio sessuale,
  • aumentare la massa muscolare,
  • ridurre la massa grassa,
  • migliorare la qualità del sonno,
  • migliorare le erezioni,
  • migliorare il tono dell’umore,
  • prevenire l’osteoporosi.

L’assunzione della terapia sostituiva in soggetti con livelli normali di testosterone non è raccomandata, in quanto non permette un ulteriore miglioramento e si corre invece un rischio maggiore di effetti collaterali importanti.

Da notare infine che i suddetti sintomi, quando associati a livelli ormonali nella norma, sono sicuramente causati da problemi diversi che vanno quindi trattati per quello che sono.

Modalità di somministrazione del testosterone

In passato l’unica opzione disponibile era l’iniezione, ancora in uso perché economica e in grado di garantire in modo affidabile livelli adeguati in quasi tutti i soggetti, ma con la necessità di sottoporsi a un’iniezione ogni poche settimane e la possibilità di andare incontro a livelli di testosterone altalenanti nel sangue.

Le formulazioni ad uso orale hanno diversi vantaggi (flessibilità del dosaggio, possibilità di interrompere in qualsiasi momento la terapia, autosomministrazione del farmaco) ma sono difficili da dosare correttamente a causa dell’influenza di fegato e reni nel metabolismo dell’ormone.

Le terapie topiche aiutano a mantenere un livello uniforme di testosterone nel sangue. Il cerotto è stato la prima formulazione topica disponibile, ma ha un’elevata incidenza di irritazione cutanea.

La formulazione di uso più comune negli USA è un gel topico; va applicato in genere sulle spalle o sulla parte alta delle braccia una volta al giorno e, rispetto al cerotto, non presenta inconvenienti estetici e pratici.

Rimedi naturali per aumentare il testosterone

Oltre a scegliere stili di vita sani e affrontare effetti collaterali di farmaci o condizioni mediche non trattate, si può fare poco per potenziare naturalmente i livelli circolanti.

L’esame del sangue è l’unico modo per diagnosticare un basso livello o una ridotta disponibilità biologica dell’ormone, perchè alcuni uomini hanno livelli inferiori alla norma senza segni e sintomi.

Anche senza competenze mediche emerge chiaramente che si tratta (anche) dei principali fattori di rischio cardiovascolari, quindi uno stile di vita sano e un’alimentazione attenta sono il modo più semplice per preservare una corretta produzione ormonale.

Di questi aspetti sono tre quelli che hanno dimostrato un effetto tangibile nell’aumentare la produzione di testosterone:

  • perdere peso se necessario,
  • esercizio fisico,
  • ** Dieta Sana **.

A questi aggiungiamo anche garantire al proprio organismo un adeguato riposo, che è una parte integrante di uno stile di vita sano e attivo.